Il Gong della Fisica Quantica

Dove l’Alpha/Primo musica e l’Omega/Spazio Musica si incontrano. E’ un luogo che chiamiamo “Campo-Gong” della totalità del suono e della pienezza dei toni. Si tratta di un luogo vibrazionale dove l’omni-presente pressione delle onde dei toni è come la cresta delle onde degli Oceani. Questo campo acustico è considerato una matrice acustica (tono di guarigione) vortice, che può indurre alla de-materializzazione della mente razionale, e accompagnare l’ascoltatore in uno stato di non tempo. Questo è ciò che è stato indicato come “la profonda guarigione del “Gong Immersion”. Qui, nelle acque dell’Oceano dei toni del Gong, si trova il Campo quantico della coscienza, dove oltre la suggestione delle intenzioni si entra nel nido del potenziale del puro caos, e quando ci risvegliamo, è con il senso del rafforzamento dell’anima e la creativa libertà di scelta, pronti a ritornare nel mondo della materia rinnovati, energizzati e pieni di pace.

Rilassamento profondo con gong planetari, campane tibetane e di cristallo, immersione nel suono olistico. Il Gong è uno strumento antico che gli sciamani usavano già 4000 anni fa per il suo potere straordinario di trasformazione. E’ lo strumento più risonante conosciuto. L’ascoltatore viene abbracciato da un soffice campo ricco di armoniche in cui tutto il suo essere viene rinvigorito e armonizzato. Il suono primordiale OM del gong entra nel corpo, massaggia ogni cellula, regolarizza le onde cerebrali e guida in uno stato di sogno consapevole. Quando ci porta nel nostro corpo di sogno ci libera dai limiti del mondo tridimensionale, ci permette di vivere noi stessi fuori dai limiti del corpo fisico. Si perde il senso l del tempo e dello spazio e facciamo esperienza della sensazione dell’estasi. La nostra mente si quieta negli stati alfa theta e delta e si accelerano processi di riparazione del DNA. Nello stato meditativo del sogno lucido vengono accelerati i processi di rigenerazione e di ringiovanimento. L’ego personale raggiunge lo stato neutro. Si crea lo stato di armonia perfetta tra corpo, emozioni, mente e spirito. Questa forza straordinaria si manifesta perché i toni emessi dal gong risuonano continuamente creando note sempre nuove. Quando ascoltiamo il suono del Gong ricordiamo inconsciamente la beatitudine e la sicurezza di quei momenti passati nella pancia della mamma. Il tempo dello sviluppo del feto nel grembo della madre è il tempo di una meditazione specifica, guidata dal suono che riempie le membrane dell’utero. Possiamo paragonare questo suono speciale con il suono del Gong, entrambi sono profondamente calmanti. I Gong sono usati anche per aiutare i bambini con problemi di sviluppo e i bambini autistici. Il suono del Gong trasforma rapidamente e profondamente ogni tipo di blocco psicofisico, ci porta alla consapevolezza della coscienza senza corpo, ci apre all’estasi dell’unità e alla pienezza dell’energia vitale, rafforza l’intuizione e ci libera dalla paura della morte.

Siri Jot Singh